Aiutaci
Sponsor

Logo Gruppo Fondiaria


Logo Sasa


Logo Castelvecchio


Logo Trudi


Logo Provincia Gorizia


Logo Città di Monfalcone
Partner

Logo Alto Adriatico


Logo Navico


Logo Movendo


Logo Syac


Logo Tecnoteca


Logo KoraComunicazione


Logo Harken


Logo Lofu
 
Piccoli giornalisti in Barca

bambini_tecnologia

Ho ricevuto la gradita visita della IV elementare della Scuola Duca D’ Aosta di Monfalcone. Tutto è nato dopo una conferenza sul “Pianeta blu”, un’iniziativa di teatro per ragazzi a tema scientifico: quest’anno in concomitanza con il centenario della Fincantieri si è scelto il mare.

Mio papà era stato invitato ed ha esteso l’invito anche a me, per parlare anche del mio progetto. La discussione con i bambini è stata appassionante, ci hanno chiesto molte cose della nostra vita, della nostra passione per il mare e sono rimasti colpiti dal progetto e mi hanno promesso che avrebbero preparato dei disegni per me da portare a Genova.

La maestra Andreina si è messa in contatto con me anche perché i ragazzi si preparavano a realizzare, da “piccoli giornalisti”, il TG dei ragazzi e avevano scelto proprio la mia iniziativa come notizia da inserire.

Venerdì 28 marzo, i bambini accompagnati dai volonterosi genitori, si sono recati in visita al Cantiere Alto Adriatico, dove Giorgio li ha condotti alla scoperta del legno e del lavoro dei mastri d’ascia.

bambini_giorgio

Si vedeva che erano incuriositi da questo mondo che sa di polvere di legno e da queste barche, antiche signore o giovani legni che in questo “salone di bellezza” aspettano di riprendere il mare.

Sono poi saliti sulla barca a gruppetti e ho tentato di spiegare loro come sarà la mia vita in mare.

bambini_barca

Da perfetti bambini “tecnologici” erano molto incuriositi dagli strumenti a bordo, ma erano anche affascinati dal calore del legno degli ambienti.

In tre “piccoli” giornalisti mi hanno intervistata e sono stati bravissimi. Ci siamo salutati e ho promesso loro che gli farò vedere le foto e i filmati che realizzerò in mare. Sarò anch’io una “piccola reporter”? Chissà, magari poi mi prendono nel loro gruppo.

Grazie bambini e grazie alla maestra Andreina!