Aiutaci
Sponsor

Logo Gruppo Fondiaria


Logo Sasa


Logo Castelvecchio


Logo Trudi


Logo Provincia Gorizia


Logo Città di Monfalcone
Partner

Logo Alto Adriatico


Logo Navico


Logo Movendo


Logo Syac


Logo Tecnoteca


Logo KoraComunicazione


Logo Harken


Logo Lofu
 
Una mamma racconta...

aiuto_3

Sono Lucia, la mamma di Romina di 21 anni e di Andrea che ha 17 anni e giugno compierà i 18.

Andrea è affetto dalla sindrome polimalformativa di CHARGE.

Andrea è nato prematuro il 19 Giugno 1989 dopo trentatré settimane di gestazione. Subito i medici capirono che il bambino era gravissimo e che le possibilità di sopravvivere erano quasi nulle.

Fu trasferito immediatamente all’ospedale per essere operato.

Io ho visto mio figlio dopo tre giorni all’ospedale di Ferrara, dove era stato operato per diverse ore.

Andrea era dentro all’incubatrice, era molto piccolo (kg 1,5) era pieno di tubicini e di fili.

Ho preso le sue manine e ho sentito dentro di me che ce l’avrebbe fatta, che sarebbe riuscito a vivere.

E così è stato: le cure mediche, gli interventi chirurgici, il mio affetto e quello dei familiari, ma soprattutto la grande voglia di vivere di Andrea hanno fatto trionfare la vita.

Fin dalla nascita per me Andrea è stato un dono d’amore, aveva ed ha tuttora difficoltà da superare e problemi da risolvere ma io lo considero e lo tratto come Romina e come tutte le altre persone.

Gli ho insegnato ad essere educato e responsabile, ad accettare i suoi limiti e a non approfittare della sua disabilità per fare i capricci.

Romina mi aiuta e mi sostiene in questa fatica quotidiana.

Da alcuni mesi accanto a me c’è anche il mio attuale marito.

E’ vero che Andrea mi è debitore della vita, ma anch’io mi sento in debito con lui perché mi ha insegnato che la vita è bella e vale la pena di essere vissuta, che i sacrifici fatti per amore non pesano anzi arricchiscono le persone e fanno emergere il bene che è dentro il cuore di tutti.

Quindi io dico: grazie Andrea di essere Andrea.