Aiutaci
Sponsor

Logo Gruppo Fondiaria


Logo Sasa


Logo Castelvecchio


Logo Trudi


Logo Provincia Gorizia


Logo Città di Monfalcone
Partner

Logo Alto Adriatico


Logo Navico


Logo Movendo


Logo Syac


Logo Tecnoteca


Logo KoraComunicazione


Logo Harken


Logo Lofu
 

malattia

204-23

L'incontro coi bambini del Gaslini

Oggi alle 11.00 Margherita era al Gaslini di Genova per portare a termine la sua missione: consegnare i disegni preparati dai bambini del Burlo di Trieste

Trudi_marghStamattina alle 11.00 Margherita è stata ospite all’istituto Gaslini di Genova insieme a Giusy Battain, fondatrice di A.B.C. Burlo onlus, Romedio e Raciel, il fratello e il fidanzato, di Laura Jelmini, l'instancabile responsabile dell'ufficio stampa,  delle infermiere del Burlo Katia e Roberta e di altri amici.

Leggi il resto...

204-21

SAI, SASA: sponsor dell'iniziativa

Guia Toffoli, responsabile Ufficio Comunicazione e Immagine di SASA Assicurazioni spiega le origini e lo spirito di fondo dell'iniziativa Libera La Vita Libera Le Vele

sasaSuccede talvolta che, due idee, di lontane origini, ugualmente forti e positive, si incontrino e diano vita a una situazione nuova, imprevedibile e per sua natura virtuosa.
Libera la Vita, Libera le Vele è proprio questo, il risultato dell’incontro tra un’idea di comunicazione innovativa, Libera la Vita, realizzata da Fondiaria SAI, società capogruppo di SASA Assicurazioni Riassicurazioni e l’iniziativa di alcuni genitori che, da un’esperienza di malattia dei loro figli, sorretti dall’ottimismo della volontà, hanno fondato l’Associazione A.B.C. Bambini Chirurgici del Burlo Garofolo, per supportare altre famiglie con problemi simili.

Leggi il resto...

204-19

"Siamo quattro infermiere..."

Dopo tante richieste finalmente alcune infermiere del Burlo si sono lasciate convincere a raccontarci un po' di loro...

infermiere_sdaniele"Siamo quattro infermiere che lavorano nella Chirurgia Pediatrica del Burlo.
La nostra esperienza con il bambino si basa soprattutto sulla quotidianità dei ricoveri, che ci coinvolgono non solo professionalmente ma anche emotivamente.
Stando tutto il giorno e tutta la notte con il bambino e la sua famiglia spesso si instaura un rapporto interpersonale fatto di parole, contatti, confidenze, e a volta anche di amicizie che durano nel tempo.

Leggi il resto...

204-18

Le infermiere-angeli del Burlo

Quando è stata ospite al Burlo Margherita le ha definite "angeli" e non ci poteva essere definizione più azzeccata!

infermiereAl Burlo Garofolo di Trieste ci sono delle persone speciali che nel loro lavoro quotidiano ci mettono dedizione, amore, pazienza, comprensione.
Sono le infermiere e gli operatori socio-sanitari che trascorrono le giornate tra i reparti e le stanze dell'ospedale infantile triestino. Il loro operato è silenzioso ma importante...

Leggi il resto...

204-17

Una mamma racconta...

Lucia è la mamma di Andrea, affetto da una grave forma della sindrome di Charge. Le difficoltà, le paure, la forza e l'amore trasmesse da questa storia sono un regalo a tutti noi.

aiuto_3Sono Lucia, la mamma di Romina di 21 anni e di Andrea che ha 17 anni e giugno compierà i 18.
Andrea è affetto dalla sindrome polimalformativa di CHARGE.
Andrea è nato prematuro il 19 Giugno 1989 dopo trentatré settimane di gestazione. Subito i medici capirono che il bambino era gravissimo e che le possibilità di sopravvivere erano quasi nulle.

Leggi il resto...

204-16

La testimonianza di Giorgia

Giorgia è una splendida ragazza di 18 anni, anche lei è stata una bambina chirurgica e ha vissuto l'esperienza della degenza al Burlo di Trieste: ce la racconta con tutta la sua simpatia...

giorgia_marghMi chiamo Giorgia, e se qualcuno si chiede come mai io sia qui a raccontare dei Bambini Chirurgici...beh, me lo sono chiesta anche io!!!!! Ho riflettuto, e sono giunta alla conclusione che io devo essere l'unica che è riuscita a completare la raccolta punti; quali punti? Quelli che i nostri chirurghi mi hanno regalato nei miei interventi...

Leggi il resto...

204-14

Segui Margherita: aiuta ABC

Argomento:

Margherita è ora in viaggio, ma prima di ripartire da Brindisi ha voluto lasciare un suggerimento a chi la sta seguendo per aiutare i bambini nati con malformazioni

5per1000"Ci sono piccoli che nascono con delle patologie la cui cura è necessariamente di tipo chirurgico e che vengono sottoposti a molti interventi dopo la nascita, soprattutto nei primi anni per poter guarire o avere una buona qualità di vita. Questo percorso è lungo e difficile sia per il bambino che per la famiglia, non solo per le ospedalizzazioni, ma per la quotidianità affrontata. Tutti noi vorremo dare una mano a questi bimbi...

Leggi il resto...

204-12

I protagonisti di questa iniziativa

Margherita è in mezzo al mare e sta affrontando questo intrepido viaggio per loro, i protagonisti dell'iniziativa: i bimbi malati che vogliamo aiutare.

bimbe_disegniCosa porta in barca Margherita? Oltre alla cambusa e al materiale tecnico per affrontare una sfida così impegnativa, Margherita ha un carico molto importante: i disegni e i messaggi di solidarietà realizzati dai bambini chirurgici ricoverati al Burlo per i bambini della Chirurgia del Gaslini.

Leggi il resto...

203-20

La testimonianza di Giuliana, vicepresidente di A.B.C.

Giuliana Cosulich è vicepresidente dell'Associazione A.B.C., nonchè volontaria al Burlo. Margherita ha raccolto la sua toccante testimonianza: un racconto che parte direttamente dal cuore...

giuly_gruppo"Io desidero parlare d'amore: non di quello che noi volontari dell'A.B.C. cerchiamo di dare con tutto il cuore ai bimbi ricoverati e alle loro famiglie, ma dell'amore immenso che i genitori dei bambini malati - affetti da patologie e malformazioni gravi - riversano sulle loro creature.

Ecco, per me l'esperienza più toccante che vivo nella mia attività di volontariato, è proprio questa: assistere ad un meraviglioso “miracolo dell'amore”."

Leggi il resto...

203-07

Gli angeli dell'A.B.C.

Margherita ha visitato il Burlo Garofolo di Trieste e ha incontrato due donne, due infermiere, due angeli come le definisce lei...

angeliEffettivamente sono vestite di bianco. Volano perché quando suona un campanello spariscono e si materializzano al capezzale di un bambino per donare le loro amorevoli cure.

L'aureola non l'ho vista, ma sono sicura che sanno creare armonia e dolcezza intorno a loro…

Allora gli angeli esistono? Sì, li ho trovati visitando un pomeriggio il reparto di Chirurgia del Burlo di Trieste; qui, li chiamano “infermiere”… perché sono in incognito!

Ne ho incontrate due e vorrei raccontarvi la loro storia...

Leggi il resto...

202-14

Ma chi sono i bambini chirurgici?

Giusy, fondatrice dell'Associazione Bambini Chirurgici, ma soprattutto mamma di Riccardo, ha una storia da narrarci...

bimboCiao a tutti, sono Giusy, la fondatrice di ABC.

Oggi avevo voglia di raccontarvi un po’ più approfonditamente per chi Margherita sfiderà il Mediterraneo da Trieste a Genova durante il prossimo marzo.

Molti si chiederanno “ma chi sono questi Bambini Chirurgici?”...

Leggi il resto...